giovedì 24 ottobre 2013

Treccia ai cereali





" La storia del pane inizia agli albori della nostra civiltà.
Probabilmente si arrivò alla lievitazione del pane per caso: un impasto lasciato all'aria  e cotto il giorno dopo si rivelò più soffice e fragrante. 
Il pane è sempre stato considerato un alimento di importanza insostituibile, specie nella cultura europea. Nei periodi di carestia il commercio del pane venne spesso regolamentato per legge (si pensi alla seconda guerra mondiale) al fine di assicurare la distribuzione anche alle famiglie più povere."



Per una buona riuscita del pane occorre un'  ottima farina . Io ho avuto il piacere di provare la farina Antiqua e devo ammettere  che è  eccezionale!
Conserva tutti gli elementi nutrizionali del chicco in quanto con la macinazione a pietra, per la presenza di tegumenti della crusca,del germe e dello strato aleuronico del chicco (lo strato proteico in aderenza alla crusca)  risulta essere:
  • ricca di fibre solubili e insolubili (per favorire la motilità intestinale)
  • ricca di tocoferoli: antiossidanti naturali (per combattere i radicali liberi e prevenire l’invecchiamento delle cellule)
  • ricca di vitamina E (per aumentare il potere antiossidante)
  • ricca di sali minerali (per il benessere dell’organismo)
  • povera di carboidrati (per diminuire il potere calorico.   
Per preparare la treccia ai cereali ho usato la farina Antiqua tipo 2 ai cereali, una farina a cui   vengono aggiunti semi e farine di cereali diversi. Al gusto caratteristico di Antiqua, si aggiungono i sapori ed i valori nutrizionali del lino, del miglio, del mais, della segale, del sesamo, della soia, dell’orzo, dell’avena. 
Il risultato è  un pane dalla cui masticazione si sprigionano gusti e sapori unici.

Ingredienti
550 g di acqua
25 g di olio Dante
25 gr di lievito di birra
20 g di sale fino

Sciogliamo il lievito nell'acqua, aggiungiamo la farina e 
 gradualmente iniziamo  ad impastare.



Quando l'impasto avrà raccolto tutta l'acqua aggiungiamo l'olio e alla fine il sale.
Lavoriamo l'impasto   fino a renderlo omogeneo, elastico ed asciutto. 
Lasciamolo riposare   per 15 minuti .



Riprendiamo  l'impasto e formiamo una treccia .



Mettiamo a lievitare cosparsa di farina, fino a quando raddoppierà di volume.



Cuociamo in forno caldo per 30 minuti circa a 200°.



Buon appetito!

I momenti migliori dell'amore sono quelli di una quieta e dolce malinconia, dove tu piangi e non sai di che.
Giacomo Leopardi

10 commenti:

  1. Ottimo la copio sicuro....grz per la ricetta....

    RispondiElimina
  2. Che bel pane, devo ancora provare quella farina, deve essere molto buona :)
    Un bacio e buona serata.

    RispondiElimina
  3. Che bella questa treccia... e deve essere anche squisita!
    A presto
    Mari

    RispondiElimina
  4. bellissimo pane!! davvero complimenti!!

    RispondiElimina
  5. Ciao io sono di Roma mi piacerebbe rifare questa treccia ma dove posso trovare questo tipo di farina?Io non l'ho vista in giro nei supermercati se mi puoi essere di aiuto...Ti ringrazio anticipatamente.FRANCA

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Anonimo di roma, se leggi la mia recensione sulla Farina Antiqua http://solocosebuone.blogspot.it/2013/10/farina-antiqua-dei-molini-bongiovanni.html scoprirai che c'è un negozio online che può esserti di aiuto.
      http://www.antiquafarina.it/shop/

      Ciao

      Elimina
  6. Oltre che bella deve essere ottima!

    RispondiElimina
  7. ‘A cucina piccerella fa ‘a casa granne, ovvero i piatti semplici e buoni rendono ricca la casa!lla tua treccia ai cereali è proprio così!brava come sempre.

    RispondiElimina
  8. Complimenti Anna buono e genuino !!

    RispondiElimina