mercoledì 20 luglio 2022

Fiori di zucca farciti al forno

 



I fiori di zucca ripieni  al forno, sono  sicuramente più light rispetto a quelli fritti in pastella, ma ugualmente gustosi. È un
piatto che richiede un po'  di pazienza nella farcitura. 
I fiori  tendono a sciuparsi facilmente ecco perché non dovrebbe mai passare troppo tempo dal raccolto alla cottura. Io ho avuto la fortuna di averli ricevuti da mia zia Antonietta, direttamente dal suo orto, quando sono stata in ferie dalla mia mamma. 
Colti e cucinati, una bontà!

Ingredienti


15/20  fiori di zucca ( a seconda della grandezza)

300 gr di ricotta

50 gr di prosciutto cotto

1 uovo

1/2 mozzarella passita

80 gr di formaggio grattugiato

pangrattato qb

sale

Per la panatura


Pangrattato q. B.

1 uovo

2 cucchiai di latte


Puliamo  i fiori di zucca eliminando con delicatezza il pistillo,



quindi prepariamo  il ripieno, unendo insieme in una terrina la ricotta, l’uovo, il prosciutto cotto fatto a pezzetti, il formaggio  grattugiato e la mozzarella. 



Si dovrà ottenere un ripieno morbido, e con esso farciamo  delicatamente  i fiori di zucca.



Sbattiamo un uovo con 2 cucchiai di latte e immergiamoci  i fiori di zucca farciti, poi rotoliamoli nel pane grattugiato.






Disponiamoli  su una teglia rivestita di carta forno, versiamoci sopra  un filo di olio e cuociamoli in forno a 180 °C per 15 minuti.


Sono ottimi sia caldi che freddi.






Buon appetito!


 'Mi piace chi sceglie con cura le parole da non dire'

Alda Merini

sabato 21 maggio 2022

Gnocchi con melanzane, pomodorini e scamorza affumicata



Gli gnocchi con melanzane, pomodorini  e scamorza affumicata sono un primo piatto sfizioso e saporito, una ricetta apprezzata da tutti coloro che amano mangiare bene e con gusto. 
Pochi ingredienti, ma semplici e genuini, per ottenere un risultato degno della migliore tradizione.
Ingredienti

500 gr di gnocchi di patate
1 piccola melanzana
10  pomodorini
100 gr di scamorza affumicata
sale
olio evo
uno spicchio di aglio
basilico fresco

Laviamo  la melanzana e tagliamola a cubetti. Possiamo togliere la buccia oppure lasciarla, come più ci piace.


Facciamo scaldare  in padella l' olio  con uno spicchio di  aglio intero e versiamo le melanzane facendole cuocere fino a quando diventano morbide.


Aggiungiamo quindi  i pomodorini tagliati  in quattro.



A fine cottura saliamo  e uniamo  il basilico spezzato con le mani .


Cuociamo gli gnocchi e appena vengono a galla scoliamoli e versiamoli  direttamente nella padella delle melanzane con un goccio della loro acqua.
Mantechiamo delicatamente e aggiungiamo  a fuoco spento la scamorza a tocchetti.


Mescoliamo  e portiamo subito in tavola. Cospargiamo a piacere con parmigiano grattugiato .


Buon appetito!

“Beato chi può dire a se stesso: io ho asciugato una lacrima.”
Giuseppe Giusti

martedì 29 marzo 2022

Catalogna gratinata al forno


La catalogna è una verdura dal  gusto leggermente amarognolo e dalle foglie ricche di principi attivi in grado di svolgere un'azione depurativa e drenante. Oggi vi propongo un modo molto goloso di gustarla, gratinata al forno, come l'ha sempre preparata la  mia mamma.
Ecco quindi di seguito la ricetta della cicoria gratinata al forno!

Ingredienti

1 kg di cicoria
200 g di mortadella
1 mozzarella
100 g di parmigiano reggiano
una manciata di noci sgusciate
pangrattato q.b.
olio extravergine di oliva
sale 
aglio
pepe 

Per prima cosa dobbiamo partire con il pulire e lavare la cicoria. Dividiamo i cespi,  eliminiamo la parte terrosa e le foglie danneggiate.
Nel frattempo, mettiamo sul fuoco una pentola con abbondante acqua salata e portiamola ad ebollizione.
Immergiamo quindi la cicoria e lasciamola cuocere per circa 10-15 minuti, fino a quando le foglie non risultano morbide , dopodiché scoliamola per bene.



Prepariamo anche la farcitura che renderà irresistibile e golosa la nostra catalogna. Frulliamo del  pane in modo grossolano  ed aggiungiamo olio, sale, pepe, aglio , metà della mortadella a pezzi , i pezzetti di  noci e metà del parmigiano.

Mescoliamo bene alla catalogna la farcitura in modo che si insaporisca bene.



Prendiamo una pirofila da forno, ungiamola e stendiamo un primo strato di cicoria coprendola con pezzi di mortadella, mozzarella  e un cucchiaio di parmigiano reggiano. 
Procediamo con un secondo strato di cicoria, mortadella e mozzarella e altro  cucchiaio di parmigiano reggiano.


Concludiamo con una spolverizzata di pangrattato e parmigiano.

Cuociamo in forno preriscaldato, a 180 gradi, per circa trenta minuti o comunque fino a quando non si formerà in superficie la classica crosticina.



Gustate la catalogna gratinata al forno come contorno oppure come piatto unico, sia calda che fredda.



Buon appetito!

"Siamo tutti costretti, per rendere sopportabile la realtà, a coltivare in noi qualche piccola pazzia.”

Marcel Proust

 

martedì 15 marzo 2022

Ravioli di ricotta e zafferano


I Ravioli sono un primo piatto  tipico della cucina Italiana. 
Si tratta di pasta ripiena, a base di sfoglia fresca all’uovo, prima stesa e poi farcita con un ripieno cremoso di ricotta fresca. Successivamente vengono richiusi a fagottini di forma quadrata oppure tonda che prima vengono sbollentati in acqua e poi conditi a piacere!
Io ve li propongo farciti con ricotta e zafferano e conditi con salsa  al pomodoro.

Ravioli  di ricotta e zafferano 

Ingredienti per 2/3 persone

Per la pasta

1 uovo intero + 1 albume
150 g di farina 0
1 pizzico di sale
1/2 cucchiaio d'olio

Per il ripieno

300 g di ricotta di pecora
50 g di parmigiano grattugiato
1 bustina di zafferano in polvere
1 uovo
sale e pepe

Per la salsa

Passata di pomodoro
olio d'oliva
1/2 cipolla
1 spicchio d'aglio
sale


Lavoriamo la ricotta con una forchetta per renderla cremosa e aggiungiamo tutti gli ingredienti previsti per il ripieno, con lo zafferano sciolto in un cucchiaio di latte freddo.


Lasciamo riposare il ripieno, nel frattempo assembliamo gli ingredienti per la preparazione della pasta e lavoriamo a lungo fino ad ottenere un panetto liscio ed omogeneo. Facciamo riposare una mezz'ora coperta da pellicola.
Riprendiamo la pasta, stendiamola  in una sfoglia sottile e prepariamo i ravioli.
Con l'apposita macchinetta ricaviamo delle strisce di pasta di circa 6 cm di larghezza e disponiamoci sopra un cucchiaino di ripieno distanziandoli tra loro .


Copriamo  con una seconda striscia di pasta, premiamo  con la punta delle dita e  sigilliamo  il ripieno in modo che fuoriesca tutta l'aria. Con la  rotella formiamo i ravioli di ricotta e zafferano.


Adagiamoli sulla spianatoia infarinata.
Per la salsa al pomodoro facciamo appassire aglio e cipolla tritati nell'olio a fiamma bassa, aggiungiamo la passata di pomodoro saliamo e  lasciamo sobbollire fino a che la salsa risulterà pronta.


Facciamo cuocere i ravioli di ricotta e zafferano in una  casseruola capiente con acqua salata per alcuni minuti. Scoliamoli con una schiumarola e trasferiamoli  in una pirofila calda. Condiamoli con la salsa  al pomodoro e parmigiano.


Accompagniamo questo delizioso piatto di ravioli di ricotta e zafferano  con un vino altrettanto delizioso: una Malvasia DOP Colli di Parma dell'azienda La Bandina.
Il vino Malvasia è certamente il più antico e tradizionale della vitivinicoltura parmense, caratterizzato dall’intenso aroma tipico del frutto, dal profumo delicato e dall’inconfondibile gusto fruttato e fresco. È un vino che   si accompagna molto bene sia  con l’eccellenza della salumeria parmigiana che  con i primi piatti . Tipologia: frizzante
Assaggiatelo e non ve ne pentirete!




Buon appetito!

“La guerra non si può umanizzare, si può solo abolire.”
Albert Einstein










giovedì 3 marzo 2022

Panini morbidi al latte



"..È un bicchiere di vino con un panino, la felicità..."

Oggi andiamo quindi a preparare i panini morbidi al latte , dei golosi bocconcini di pane , perfetti per la merenda, per un buffet,  una cena veloce o  un semplice aperitivo in casa. 

Sono veramente super soffici e piaceranno a tutti, ma soprattutto ai bambini.

Questi panini morbidi al latte possono essere farciti con dolce o salato a vostro piacimento.

Si conservano morbidissimi per 5-6 giorni in una bustina di plastica per alimenti . Possono  anche essere  congelati  e tirarti  fuori all'occorrenza.

Ingredienti per  20 panini da 50 g

Farina Manitoba 200 g

Farina 00 350 g

Lievito di birra fresco 7 g

Burro 50 g

Zucchero 60 g

Latte   300 g

Sale fino 7 g


per spennellare

Uovo 1

Latte  30 g

semi di sesamo q.b.


Per preparare i panini  morbidi al latte, uniamo  tutti gli ingredienti a temperatura ambiente, e con l'aiuto di un'impastatrice lavoriamo  fino ad ottenere un panetto liscio ed elastico. In questa preparazione è opportuno usare la Planetaria oppure il Bimby. Grazie a questi 2 strumenti, infatti, è possibile ottenere  un impasto perfetto e i  panini al latte risulteranno  leggerissimi. Io ho usato il Bimby e quindi ho mescolato tutti gli ingredienti  1 min. 37 °a  velocità 2 e poi impastato  3 min. velocità Spiga.

Poniamo il panetto in una ciotola leggermente imburrata  e lasciamolo riposare coperto con pellicola per circa 2 ore in forno spento con luce accesa  .


Quando il nostro impasto   sarà cresciuto di volume trasferiamolo  sul piano di lavoro e, maneggiandolo  brevemente dividiamolo prima in due parti e poi  in circa 20 bocconcini da 50 g l'uno, volendo potete farli anche più piccoli. Infariniamo un po' la punta delle dita  e  ripieghiamo  ogni porzione su se stessa dandogli  una forma rotonda con la parte liscia sopra.

Disponiamo i panini morbidi al latte su una teglia  foderata con carta forno . In una ciotolina mescoliamo  uovo e il  latte .

Spennelliamo  i panini , ricopriamoli a piacere con semi di sesamo  e lasciamoli  lievitare ancora per circa 30 minuti. 

Passato questo tempo, cuociamo  i i panini morbidi al latte in forno statico preriscaldato a 200° per circa 12-13 minuti. 


Facciamoli raffreddare prima di servirli con ripieni dolci o salati, come  marmellate o salumi e formaggi .

Io ho preferito il salato per un aperitivo Li ho farciti  con mortadella , stracciatella , pomodoro e rucola. 

Non poteva certo mancare in accompagnamento  un buon bicchiere di vino rosso.

Ho scelto il  vino La costa Rosso dell'Azienda Vitivinicola La Bandina. "La variante dell’uvaggio con croatina e comunque con il predominio dell’uva barbera conferisce a questo vino colore e profumi caratteristici che la maturazione in barrique di rovere ed il successivo affinamento in bottiglia esaltano e perfezionano." Un vino  che ho subito  amato ed apprezzato innanzitutto dal profumo intenso, dal colore rosso rubino-porpora ,espressivo e di notevole profondità, aromaticamente complesso e gustativamente armonioso, che  riassume tutti i caratteri dell’incredibile territorio nel quale viene prodotto.


Buon appetito!